Un’oasi naturalistica per lo scienziato agrario
Intervista di “La Repubblica” al Dirigente Scolastico Andrea Pontarelli, 26 novembre 2020

L’istituto, fondato nel 1872, propone laboratori specifici con progetti innovativi finalizzati all’alta formazione nelle biotecnologie agroalimentari.

Si svolgeranno il 28 novembre, il 5, 12 e 19 dicembre e il 9, 16 e 23 gennaio 2021 gli Open Days di orientamento all’Istituto Tecnico Agrario Statale “Giuseppe Garibaldi” di Roma, fondato nel 1872 in un’oasi naturalistica estesa su 8 kmq nella zona EUR di Roma.

 

La_Repubblica_articolo_ITA_Garibaldi_26nov2020Secondo istituto agrario più antico d’Italia, con caratteristiche che lo rendono unico su tutto il territorio nazionale, si distingue per la peculiarità di formare lo scienziato dell’agricoltura, una figura tecnica professionale altamente specializzata in settori di primaria importanza quali la produzione agro-alimentare e l’ambiente, propedeutica per l’iscrizione a qualsiasi futuro corso universitario e spendibile sia in ambito pubblico che privato.

L’offerta formativa di primo piano si svolge nel complesso scolastico, dislocato su circa 76 ettari, in cui sono inserite armonicamente tutte le strutture, scuola, convitto, laboratori esterni ed edifici aziendali.
Il fiore all’occhiello dell’offerta scolastica sono i laboratori (frantoio, cantina, caseificio, serre) cui si affiancano quelli classici (agronomia, chimica, informatica, topografia), con formazione a 360° sul campo.
Il Perito Agrario formato al “Garibaldi” sviluppa competenze focalizzate al miglioramento dei prodotti e alle tecniche di trasformazione, in grado di affrontare tutte le problematiche legate alla produzione agricola.
Molti i progetti specifici già attivi, fra cui l’elicicoltura con l’estrazione della bava di lumaca e gli stage all’estero nella rete di scuole internazionali associate eTwinning, di cui il Giuseppe Garibaldi fa parte.

L’azienda laboratorio si estende su un’oasi naturalistica ben inserita nel tessuto urbano di Roma, con caratteristiche morfologiche uniche (giacitura, forma degli appezzamenti, pendenze, esposizione al sole, caratteristiche del microclima) che hanno valorizzato un patrimonio fioristico di altissimo pregio, con una varietà eccezionale di colture arboree aziendali, fra cui un oliveto e un vigneto, coltivati con metodi naturali sempre più eco-sostenibili.

Il convitto, un vero e proprio hotel interno, offre sia il servizio di pernottamento completo che il servizio di semiconvitto per alunni esterni, con permanenza fino alle 18.30, in cui vengono assicurati studio, vigilanza di educatori professionali di alto livello e pasti preparati con prodotti genuini, coltivati in loco “a metro zero”, riservando il grande privilegio agli alunni di assaporare ogni giorno prodotti locali di grande qualità.
Il costo per un convittore è di euro 5 al giorno, mentre euro 3 al giorno per un semiconvittore.

All’interno dell’Istituto Garibaldi è inoltre attivo da otto anni l’Istituto Tecnico Superiore Agroalimentare (ITS), un percorso di formazione biennale post-diploma, che punta ad un ingresso immediato nel mondo del lavoro con l’80% di occupabilità in uscita.

L’Istituto Tecnico Agrario Statale “Giuseppe Garibaldi” di Roma è impegnato in un percorso che lo porterà a diventare un polo formativo regionale nel settore agroalimentare e nell’impiego delle biotecnologie nelle coltivazioni in un contesto ambientale più ecosostenibile, in un intreccio fecondo con le istituzioni, i centri di ricerca e gli istituti universitari.

Prenotazioni online già aperte.

Documenti

Luoghi

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Garibaldi

Via di Vigna Murata, 571/573 - 00142 Roma