Organizzazione e strutture

Sono convittori, di norma, gli alunni che risiedendo lontano dalla scuola ed hanno, pertanto, una necessità abitativa vera e propria. Questi, generalmente, si recano a casa il sabato e la domenica ed hanno la possibilità di uscire in permesso pomeridiano durante la settimana.

I ragazzi che abitano relativamente vicino all’Istituto possono entrare in Convitto come semi-convittori fermandosi al termine delle lezioni e tornando a casa dopo lo studio, alle ore 18,30 dal lunedì al venerdì; possono essere ammessi alla mensa del Convitto, per esigenze di studio o di lavoro pertinenti all’andamento scolastico, gli alunni esterni frequentanti l’Istituto stesso nonché i docenti ed il personale dell’Istituto, previo acquisto del buono pasto prescritto e prenotazione del pasto entro il giorno precedente.

L’ORGANIZZAZIONE

ORARIO GIORNALIERO

  • Ore 7.00 Sveglia
  • Ore 7.20-7.50 Colazione
  • Ore 8.00 Inizio lezioni
  • Ore 13.00-14.10 Ricreazione (studenti liberi da lezioni)
  • Ore 14.10-15.30 Pranzo
  • Ore 14.45-16.00 Ricreazione
  • Ore 16.00-18.30 Studio semiconvittori
  • Ore 16.00-18.30 Studio convittori
  • Ore 19.10- 19.45 Cena
  • Ore 20.00-22.00 Ricreazione
  • Ore 22.30 Riposo notturno

STUDIO

Dalle ore 16.00 alle ore 18.30 (ricreazione e merenda pomeridiana tra le ore 17.15 e le 17.30). I convittori delle classi prime, seconde, in base alle necessità e iniziative degli Istitutori di servizio, frequentano lo studio guidato nelle apposite aule al pianterreno, quelli delle classi terze, quarte e quinte studiano nelle proprie camere. I convittori delle classi prime, seconde dovranno trovarsi puntualmente alle ore 16.00 nella propria aula-studio del piano terreno muniti di tutto l’occorrente necessario per svolgere i propri compiti. Ai convittori delle altre classi – che studieranno nelle camere (salvo i casi per i quali sarà ritenuta necessaria una attenzione didattica particolare) – non è concesso rimanere a letto (anche se per studiare), spostarsi tra camere senza autorizzazione dagli educatori in servizio e arrecare disturbo allo studio dei compagni.

 

COLLEGIO DEGLI EDUCATORI

RETTORE: Dirigente Scolastico

EDUCATORE REFERENTE: Enrico Bernardini

LE STRUTTURE

(tratto dall’articolo su www.archilovers.com)

Il Convitto si articola su tre livelli:

  • il primo comprende l’atrio, la ricezione, e gli uffici informazioni e segreteria, il bar, la mensa, il self-service, la cucina con i servizi ad essa attinenti, la visita medica, ambienti destinati alle attività sociali e ricreative:
  • il secondo ed il terzo livello comprendono 32 unità abitative a tre posti letto ciascuna con servizio, 2 unità abitative per disabile, 2 unità abitative per istitutore, per un totale di 100 posti letto. Completano i piani due zone di sosta centrali, arredate con divani, in relazione tra di loro con affaccio interno;
  • completa l’organismo un piano seminterrato che comprende il magazzino della cucina, il guardaroba, i locali della lavanderia e stireria, gli spogliatoi ed i servizi del personale ed un torrino sulla copertura dell’edificio destinato a volume tecnico (centrale termica e locale manovra ascensore)

I collegamenti verticali dell’edificio sono assicurati da una scala centrale protetta, e da due scale di sicurezza esterne, poste sulle testate dell’edificio per l’esodo, ai fini antincendio, dal piano primo e secondo.

I commenti sono chiusi