CIRC. 250 – Convocazione Scrutini finali A.S.2019/2020

Prot. 3392/U del 19/05/2020

Al personale Docente
e p.c. al DSGA e sito web

OGGETTO: Convocazione Scrutini finali A.S.2019/2020

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

VISTO la Costituzione art.33
VISTO il D.L 8 aprile 2020, n.22
VISTO il D.Lgs. n. 297 del 16 aprile 1994
VISTA la Legge 30 ottobre 2008, n.169
VISTO IL D.P.R. del 22 giugno 2009, n. 122
VISTA la Legge n. 107 del 13/07/2015;
VISTO il D. Lgs. N. 62 del 13 aprile 2017
VISTO il D.Lgs. n. 66 del 13 aprile 2017
VISTA la C.M. del 17 marzo 2020, n. 388
VISTA l’O.M. del 16 maggio 2020, n.10
VISTA l’O.M. del 16 maggio 2020, n.11

CONVOCA

i Consigli di Classe (solo componente docente) per gli Scrutini finali dell’anno scolastico 2019/2020
con il seguente

Ordine del giorno
1. Scrutini finali dell’anno scolastico 2019-2020.

Le operazioni di scrutinio finale si terranno secondo il calendario indicato di seguito in modalità a distanza attraverso la piattaforma Meet, accedendo con l’account scolastico fornito, attraverso il link che sarà comunicato dal coordinatore al consiglio di classe ed al Dirigente Scolastico almeno 48 ore prima la riunione.

Si ricorda che il Consiglio di classe riunito per lo scrutinio finale è un organo collegiale giudicante perfetto che esige la presenza di tutti i suoi componenti per la validità delle deliberazioni da assumere.
Deve quindi operare con la partecipazione di tutti i suoi componenti. Nel caso un docente sia assente per malattia o per collocamento in altra situazione di “status” che ne giustifichi l’assenza, deve essere sostituito da un altro docente della stessa materia in servizio presso la stessa scuola. Della sostituzione va fatta debita menzione nel relativo verbale.
Non saranno autorizzati permessi di studio, personali o altre tipologie di permessi legate a visite mediche che si possano ripetere in altre date.

I Consigli saranno presieduti dal Dirigente Scolastico, le proposte di voto per tutte le classi dovranno essere inserite online sul Registro Elettronico Axios improrogabilmente due giorni prima della convocazione. Le specifiche tecniche per lo scrutinio elettronico e gli adempimenti finali propedeutici e successivi lo scrutinio sono disponibili nell’area riservata del sito web.

VALUTAZIONI
Si ricorda che, in sede di scrutinio, il docente deve effettuare la proposta di voto in decimi con voto
unico intero. In caso di mancato inserimento di tutti i voti nel registro elettronico, lo scrutinio della
classe in questione andrà in coda agli scrutini dell’ultima classe del medesimo giorno. La verifica
dell’inserimento delle proposte di voto di tutto il consiglio è effettuata dal docente coordinatore.
Tenuto conto che le verifiche e le valutazioni sul rendimento scolastico devono essere coerenti con
gli obiettivi di apprendimento previsti dal PTOF, ai sensi degli articoli 3 e 8 del D.P.R. 8 marzo 1999,
n. 275, e con le nuove “Linee guida relative al PCTO” del D.M. n. 774 del 04/09/2019, si invitano i
docenti per gli scrutini finali ad attenersi, nella formulazione delle proposte di voto e nelle decisioni
da assumere, alle principali fonti normative sopra riportate che disciplinano la valutazione degli
studenti e gli interventi di recupero e sostegno.
In particolare per il corrente anno scolastico, si rimanda ai criteri valutativi indicati dai dipartimenti
e inseriti nel PTOF, così come integrati con delibera n. 2 del collegio dei docenti del 27/04/2020 per
il periodo di didattica a distanza, e alle indicazioni fornite dalle Ordinanze Ministeriali n. 10 e
11 del 16 maggio 2020 che si allegano alla presente circolare.

Docente di Sostegno
L’art. 15/10 dell’O.M. n. 90/2001 precisa: “I docenti di sostegno, a norma dell’art. 315, comma
quinto, del D.Lvo n.297/1994, fanno parte del Consiglio di classe e partecipano, pertanto, a pieno
titolo alle operazioni di valutazione, con diritto di voto per tutti gli alunni della classe”.
Gli artt. 2/5 e 4/1 del DPR 122/2009 prevedono: “I docenti di sostegno, contitolari della classe,
partecipano alla valutazione di tutti gli alunni, avendo come oggetto del proprio giudizio,
relativamente agli alunni con disabilità i criteri a norma dell’articolo 314, comma 2, del testo unico
di cui al decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297. Qualora un alunno con disabilità sia affidato a più
docenti del sostegno, essi si esprimono con un unico voto”.
Dalla lettura sistematica delle norme riportate si ricavano due principi:
1. I docenti di sostegno partecipano al processo educativo di tutti gli studenti della classe e quindi
fanno parte a pieno titolo del Consiglio di classe con diritto di voto per tutti gli allievi della
classe, certificati e no;
2. Se ci sono però più docenti di sostegno che seguono lo stesso studente con disabilità, questa
partecipazione deve “confluire” su un’unica posizione e quindi il loro voto all’interno del
Consiglio di classe vale “uno”.
3. Tutti i docenti di sostegno devono partecipare alle operazioni di scrutinio.
Insegnanti di Religione Cattolica e Materia Alternativa all’IRC
1. Fanno parte, al pari degli altri insegnanti, degli organi collegiali dell’istituzione scolastica e
sono quindi tenuti a partecipare alle operazioni di scrutinio.
2. Partecipano alle valutazioni periodiche e finali, ma esprimono il loro voto relativo alla
valutazione soltanto per gli allievi che si sono avvalsi dell’insegnamento della religione
cattolica/attività alternativa;
3. Per quanto riguarda la propria disciplina, non esprime un voto numerico in decimi, ma uno
dei seguenti giudizi: “Ottimo, “Distinto”, “Buono”, “Discreto”, “Sufficiente”, “Non suff.”

Indicazioni per i docenti titolari di Funzioni Strumentali, Coordinatori di dipartimento,
Coordinatore dei docenti di sostegno, Referente e Tutor PCTO
Si invitano i Docenti in questione, in relazione alle funzioni attribuite a ciascuno, a fornire ai propri
colleghi ogni utile supporto al fine di facilitare tutti gli adempimenti propedeutici e conseguenti allo
scrutinio finale.
Per quanto riguarda il PCTO, occorre tener presente quanto esposto nelle “Linee guida relative al
PCTO” del D.M. n. 774 del 04/09/2019, in particolare per gli studenti-atleti di alto livello agonistico
e per gli studenti impegnati in esperienze di studio o formazione all’estero (per questi ultimi si
rimanda ai criteri di valutazione indicati nella OM 11 del 16 maggio 2020).
Il Tutor (PCTO) dovrà fornire al coordinatore in tempo utile per lo scrutinio le informazioni sugli
alunni relativamente alle attività di PCTO svolte, con i relativi giudizi, di cui si terrà conto per la
valutazione come previsto dalla Legge 107/2015.

Indicazioni per l’attribuzione del credito scolastico
Per l’attribuzione del credito scolastico agli studenti delle classi terze, quarte e quinte si farà
riferimento ai criteri deliberati dal collegio dei docenti di seguito riportati:

  • Media dei voti pari o superiore al decimale 0,5: attribuzione del punteggio più alto della
    banda di appartenenza;
  • Media dei voti inferiore al decimale 0,5: attribuzione del punteggio più basso della banda
    di appartenenza.

Il punteggio basso della banda di appartenenza viene incrementato, nei limiti previsti dalla banda di
oscillazione, quando lo studente:

  • ha partecipato con interesse ed impegno alle attività integrative dell’Offerta formativa
    (Progetti PTOF, PON ecc.)
  • produce la documentazione di qualificate esperienze formative, acquisite al di fuori oppure
    all’interno della scuola e da cui derivano competenze coerenti con le finalità didattiche ed
    educative previste dal PTOF.

Tutti i docenti che hanno realizzato attività integrative dell’Offerta formativa ((Progetti PTOF, PON
ecc.) con la partecipazione degli alunni, dovranno inviare entro il 25 maggio p.v. l’elenco degli
alunni partecipanti per l’eventuale attribuzione del credito scolastico. Le informazioni saranno poi
rese disponibili ai docenti nell’area riservata del sito web.
Sarà cura dei Coordinatori, in collaborazione con i Consigli di Classe, controllare la corretta
attribuzione e trascrizione del punteggio. Per le sole classi quinte, si farà riferimento per l’anno in
corso e per i precedenti anni scolastici, alla tabella di conversione indicata nell’Allegato A – Crediti
dell’OM 10 del 16 maggio 2020.

Si ricorda che, al termine del Consiglio delle classi seconde, è necessario compilare il modello di
certificazione delle competenze di base in sintonia con quanto previsto dalla normativa vigente.

Si rammenta, infine, che per tutto ciò che attiene alle operazioni di scrutinio, il personale docente è
tenuto ad osservare il segreto d’ufficio: D.P.R. 3/57 “Testo unico delle disposizioni concernenti lo
statuto degli impiegati dello Stato Statuto degli impiegati civili dello Stato”, art. 80; Art. 15 D.P.R.
10/01/1967 n. 230: “Tutti i docenti sono tenuti al segreto d’ufficio per quanto attiene sia alle
discussioni che avvengono all’interno del Consiglio di classe sulla valutazione, sia agli esiti dello
scrutinio che dovranno essere conosciuti dagli alunni solo al momento della pubblicazione dei
risultati. Si ricorda che il riferire fatti e circostanze, discussioni o voti dello scrutinio configura il reato
di violazione del segreto d’ufficio”.

Si ringrazia per la collaborazione.

Il Dirigente Scolastico
Andrea Pontarelli

Allegati:circolare250_2019-20

Allegati

I commenti sono chiusi