CIRC. 94 – Azioni di sciopero previste per il giorno 29 novembre 2019 riguardanti il Comparto Istruzione e Ricerca – Settore Scuola

Prot. N.° 0011607/VIII.1 Roma, 22/11/2019
Agli alunni e loro Genitori/Rappr. Legali, Al personale docente, educativo e ATA e p.c. Al DSGA, sito web e albo sind.

OGGETTO: Azioni di sciopero previste per il giorno 29 novembre 2019 riguardanti il Comparto Istruzione e Ricerca – Settore Scuola

Si comunica che, come da allegata nota USR Lazio 29513.18-11-2019, l’Ufficio di Gabinetto del MIUR con nota prot AOOUFFGAB n. 34579 del 15.11.2019 ha reso noto quanto segue:

“Si comunica che per l’intera giornata del 29/11/2019 sono previste le seguenti azioni di sciopero:
– “sciopero per il comparto scuola per tutto il personale docente e dirigente, di ruolo e precario, in Italia e all’estero” proclamato da SISA – Sindacato Indipendente Scuola e Ambiente con nota dell’14 ottobre u.s.;
– “sciopero generale di tutte le categorie pubbliche e private” indetto da USB – Unione Sindacale di Base – come da nota prot. 0071228 della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Funzione Pubblica del 13 novembre 2019.”

L’azione di sciopero in questione interessa il servizio pubblico essenziale “istruzione” di cui all’art. 1 della legge 12 giugno 1990, n. 146 e successive modifiche e integrazioni e alle norme pattizie definite ai sensi dell’art. 2 della legge medesima; di conseguenza il diritto di sciopero va esercitato in osservanza delle regole e delle procedure fissate dalla citata normativa.
Il personale che intende aderire allo sciopero è invitato a darne comunicazione all’ufficio del personale. Tale comunicazione, di carattere volontario, non è revocabile e verrà utilizzata, ai sensi della L. 146/90 per valutare l’entità della riduzione del servizio scolastico e comunicare alle famiglie le modalità di funzionamento.

Poiché il personale può aderire allo sciopero senza preavviso, la mattina stessa, preso atto del personale in sciopero, potrebbero non essere assicurati il servizio e le lezioni. Al fine di contemperare l’esercizio del diritto di sciopero con il godimento dei diritti della persona costituzionalmente tutelati, nel corso dello sciopero dovranno essere assicurate, dal personale scolastico, le prestazioni relative ai servizi pubblici essenziali di cui all’articolo 1 della legge 12 giugno 1990, n. 146 e successive modificazione e integrazioni, mediante l’erogazione delle prestazioni indispensabili individuate con l’Accordo del 26 maggio 1999 per il personale del Comparto Scuola, valutato idoneo dalla Commissione di Garanzia ai sensi dell’articolo 13 della citata Legge n. 146/1990 e successive modificazioni e integrazioni.

Il Dirigente Scolastico
Andrea Pontarelli

Allegati

I commenti sono chiusi